La storia di Lola

Lola è una ragazza come tante. Oppure no?
Lola sta vivendo, in questo periodo, in una "casa" particolare, una comunità per minori.
Lola ha preso carta e penna per farci entrare nel suo mondo.
Buona lettura!

Ep. #11 - "Il telefono in frigo"

L'educatore arrabbiato lo riconosci appena sale le scale. Ti aspetteranno otto lunghe ore filate (a volte dieci) di fastidiosa presenza straripante di malumore e provocazione tutta attorno a te. Dovrebbero esserci lavori proibiti a chi ha giramenti di palle: chi insegna, chi educa, chi sta dietro un bancone a prepararti una birra, chi sta in ospedale...perché, insomma, mi dispiace se ti girano le palle, ma io che cosa posso farci? Io che sono obbligato a stare dietro questo banco, a vivere in questa comunità perché non ho altro posto, io che sto pagando per farmi una bevuta o ancora io che devo curarmi? Io non c'entro con questo fastidio che senti e ti aggiungo pure che pretendo che tu stia tranquillo quanto più possibile con me visto che non è colpa mia se hai problemi a casa! Ho suggerito spesso ai vari educatori arrabbiati che ho incontrato e che sono inevitabili come la nebbia in novembre, di rimanere a casa. Per tutta risposta ho ottenuto che si risentissero ancora di più: "Come Lola? Ma cosa dici? ti sbagli, sai? Io sono calmissima e non ti permetto di dirmi che sono esaurita!" Ma nel frattempo hai visto che si è dimenticata il cellulare della struttura in frigo, che ha trascorso mezzo pomeriggio urlando che se non troviamo le nostre cose è giusto, visto che non teniamo in ordine, che ha tolto i vestiti di una lavatrice per lasciarli poi impuzzire sul letto del proprietario, solo per il gusto di mostrargli che deve ricordarsi di stendere dopo che ha terminato la centrifuga (“non potresti farlo tu mentre sono a scuola? Ah già, oggi ti girano le palle ! S~~~~~A”). L'educatore arrabbiato non gioca, non scherza, non sorride. C'è, ma meglio stargli alla larga. Come il Covid. Silenzioso e letale su ogni buon umore.
La verità è che diventare adulti forse non è così bello come pensavo qualche mese fa. Sono tutti così seri e incastrati a fare cose dalla mattina alla sera (cose noiose come fare spesa, pulire, pagare, andare alle poste...). Ma si divertiranno un po'? Perché se loro non si divertono, anche a noi non ci fanno divertire. È la Proprietà transitiva che lo spiega, mica Lola!



"Dipingi un uomo se c'è
che non porti la morte con sè
che non distrugga gli ideali suoi
spacciando borotalco ai figli tuoi"

Lola

Inviaci la tua opinione o un tuo disegno!

Lola accetta spunti, consigli, confronti! Cosa aspetti a scriverci?